Estrusione di filati sintetici

Le fibre sintetiche sono fibre derivanti da materiale non naturale, realizzate attraverso processi chimici. Tra queste le più comuni sono la poliammide (Nylon), il poliestere ed il polipropilene. Tali fibre vengono prodotte per filatura di polimeri sintetici ottenuti da reazioni di polimerizzazione di sostanze organiche.
Nella fase chiamata ‘di sintesi’ le molecole vengono associate tra loro, mediante reazioni chimiche di polimerizzazione, dando luogo a materiali solidi (grani o scaglie detti chips), facilmente trasportabili per successive lavorazioni.
Per ottenere le fibre sintetiche, tali materiali solidi devono essere resi liquidi, o tramite fusione o solubilizzazione in opportuni solventi, e successivamente estrusi.
Una volta estruse, le bave che costituiscono le fibre vengono sottoposte ad ulteriori trattamenti di sbiancamento, lavaggio ed infine confezionamento.

Estrusore

Nella fase di filatura i polimeri che sono stati resi liquidi vengono estrusi, passando attraverso delle filiere, le cui teste all’interno montano dei dischi filtranti. Attraversando i dischi filtranti, il materiale estruso assume la forma di bave di fibra, per poi essere successivamente trasferito alle fasi successive di lavorazione. Le aperture dei dischi filtranti variano in funzione del diametro del filo che si vuole ottenere.

Tipicamente Costacurta fornisce i dischi filtranti già completi di bordatura e trattamento superficiale su richiesta del cliente.

Caratteristiche distintive dei dischi filtranti Costacurta per questa tipologia di macchinario sono:

  • Elevata qualità del materiale impiegato e del processo produttivo
  • Qualità del prodotto finito grazie agli accurati controlli qualitativi delle tele impiegate e dimensionali del disco filtrante, alla pulizia del disco filtrante ed all’imballaggio studiato per garantire che il disco filtrante rimanga pulito fino al momento del suo utilizzo

scopri i prodotti per il settore
Estrusione di filati sintetici

CONTATTACI
per maggiori informazioni