Elementi filtranti

Tele e reti metalliche

Produzione soda caustica

Il processo cloro-soda è un processo elettrochimico che permette, partendo da una soluzione di cloruro di sodio (salamoia), di ottenere per elettrolisi cloro gassoso, soda caustica e idrogeno. La produzione di cloro e soda può avvenire mediante celle a diaframma, celle a membrana o celle a mercurio.

Le tele metalliche di Costacurta vengono utilizzate nel processo cloro-soda mediante celle a diaframma.

In questo processo, per impedire che il cloro che si sviluppa all’anodo venga a contatto con il catolita, il comparto anodico è tenuto separato da quello catodico da un diaframma permeabile agli ioni ma impermeabile alle molecole di Cl2. Tale diaframma, originariamente a base di asbesto (amianto) è ora normalmente realizzato con fibre di polimeri fluorurati (PTFE).

La soluzione di cloruro di sodio (anolita) viene inserita nel comparto anodico e fluisce, sotto battente idraulico, in quello catodico.

Nel primo comparto, quindi, gli ioni Cl vengono ossidati e si sviluppa cloro gassoso. Nel secondo si formano invece idrogeno ed idrossido di sodio (NaOH soda caustica).

I gruppi catodici delle celle a diaframma (griglie di fondo e le cosiddette ‘dita catodiche’) sono realizzati con una tela metallica speciale in acciaio al carbonio prodotta da Costacurta.

Per consentire che lo strato di fibre che costituiscono il diaframma possa depositarsi in maniera uniforme su di essa, è importante che la superficie risulti relativamente piana ed uniforme e che lo spessore della tela sia costante e controllato.

Per la produzione di soda caustica, Costacurta realizza una tela metallica laminata di altissima qualità con superficie piana a spessore controllato ed è in grado di fornire pannelli piani a misura o i singoli elementi sagomati e saldati (dita catodiche) secondo le indicazioni tecniche e i disegni costruttivi del cliente.